Il panettone è un classico del Natale che non può mancare sulla tavola delle feste, da Nord a Sud dell’Italia. La tendenza attuale, rispetto agli anni scorsi, è quella di realizzarlo in modo artigianale, in casa, scegliendo ingredienti a km zero e quindi più genuini. Il procedimento per la lavorazione di questo dolce non è complicato, necessita soltanto di attenzione e qualche accorgimento in più. Il risultato vi stupirà!

Le origini del panettone rimandano a Milano, dove un cuoco, alla fine di un pranzo a casa di una famiglia di nobili, si ritrovò per errore a dover servire il dolce preparato il giorno prima dal suo aiutante, realizzato con pochi e semplici ingredienti: farina, uova, burro, canditi, uvetta.

Il padrone di casa, che era Ludovico il Moro, gradì molto il dolce, e anche i suoi invitati lo trovarono buonissimo. Quando gli fu chiesto di dare un nome, Toni rispose in dialetto milanese: “I pan del Toni” (Il pane del Toni), da cui appunto discenderebbe l’appellativo di panettone che fu poi attribuito al dolce.

Vi proponiamo ora la ricetta tradizionale del Panettone Classico, invitandovi a seguire i vari passaggi per realizzare un dolce strepitoso che sarà il protagonista delle vostre feste!

Ingredienti (per una forma da 750 grammi): 50 ml acqua; 350 gr farina Manitoba; 6 gr lievito di birra fresco; 70 gr di tuorli d’uovo; 100 gr di zucchero; 135 grammi uova intere (circa tre); 80 gr di burro; scorza d’arancia; scorza di limone; 200 gr di uvetta passa; sale.

Preparazione

Procedete con il Primo Impasto utilizzando: 5 g tuorlo d’uovo, 15 ml acqua, 3 g lievito di birra, 30 g farina, 1 pizzico zucchero.

Mettete in una ciotola l’acqua tiepida, il lievito, un pizzico di zucchero e la farina e impastate velocemente. Coprite l’impastino e fatelo lievitare 1 ora circa al riparo da correnti.

Passate poi al Secondo Impasto con: Primo impasto + 5 g tuorlo d’uovo, 15 ml acqua, 30 g farina, 5 g zucchero.

Prendete il primo impasto lievitato e aggiungete il tuorlo, acqua tiepida, zucchero e farina e impastate nuovamente. Mettete a lievitare il secondo impasto per 1 ora e mezza circa al riparo da correnti.

Il Terzo Impasto si ottiene così: Secondo impasto +25 ml acqua, 5 g tuorlo, 50 g farina, 3 g lievito, 5 g zucchero.

Prendete il secondo impasto e aggiungete l’acqua, il tuorlo, la farina, lo zucchero e il restante lievito e lavorate gli ingredienti con l’impastatrice fino ad ottenere un impasto omogeneo. Coprite l’impasto e lasciatelo lievitare per 2 ore circa.

Si procede con il Quarto Impasto: Terzo impasto + 250 g farina, 25 g tuorli, 135 g  uova, 90 g zucchero, 80 g burro, Scorza limone, Scorza arancia, 3 g sale, 200 g uvetta.

Prendete il terzo impasto lievitato e aggiungete le uova, i tuorli rimanenti, lo zucchero e la farina restanti, la scorza di limone e di arancia e azionate l’impastatrice per almeno 10 minuti. Unite il burro a temperatura ambiente e impastate per altri 10 minuti.

Aggiungete per ultima anche l’uvetta e impastate in modo che si distribuisca uniformemente in tutto l’impasto. Fate riposare l’impasto per 30 minuti.

Prendete l’impasto del panettone e giratelo con le mani in modo da formare una palla liscia e mettetela all’interno di una forma da panettone di carta da 750 grammi.

Coprite il panettone con pellicola trasparente e fate lievitare per circa 7 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione formate sulla superficie del panettone una croce con un coltello e nei tagli che avete praticato mettete un po’ di burro. Cuocete il panettone in forno preriscaldato statico a 175° per 40 minuti.

Sfornate il panettone, infilzatelo con dei ferri da maglia o con degli stecchini da spiedini e fatelo raffreddare a testa in giù in modo che non scenda mentre raffredda.

Potete aggiungere, a vostro piacimento, canditi e pinoli. Il panettone si conserva bene anche dopo 2-3 giorni (se coperto da pellicola e in luogo fresco e asciutto). Una volta cotto, può anche essere conservato in freezer.

Articolo precedenteNatale & Tradizioni: l’Albero di Natale
Articolo successivoCosa mangiare a Natale al Nord Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui