Di forma rotonda e realizzata in diversi materiali (come legno e stoffa), la Ghirlanda è una decorazione natalizia piuttosto antica. In passato il significato che si attribuiva a questo decoro era “Vittoria”, ed infatti i Romani usavano adornare la testa degli atleti di ghirlande di alloro. Questi poi le conservavano appese sull’uscio di casa in ricordo della vittoria conseguita.

Per gli antichi Greci, invece, la forma circolare della ghirlanda rappresentava l’eternità, in quanto il cerchio è una figura geometrica che non ha inizio né fine. La corona di Apollo era considerata simbolo di eterno amore per una Dea.

Presso i popoli germanici pre-cristiani la ghirlanda era un segno di buon auspicio. I Barbari erano soliti riunirsi intorno ad una ghirlanda nella quale venivano posizionate quattro candele che servivano a fare luce nella capanna fino a quando non arrivava la primavera.

A diffondere l’abitudine di realizzare ghirlande a Natale sono stati gli Americani, poi l’usanza ha raggiunto anche altri paesi europei, tra cui il nostro. In Francia, nel 1100 circa, uomini e donne appartenenti alle classi sociali più abbienti indossavano ghirlande di fiori in estate, e di foglie durante i mesi invernali. Da questa loro abitudine nacque la corporazione di “chapeliers fleuristes”, che nella società parigina rivestì grande importanza.

Dalla fine del Settecento in poi la ghirlanda tornò in auge come elemento decorativo legata alla fastosità del Barocco.

Per la tradizione cristiana, le ghirlande sempreverdi con al centro la candela accesa sono simbolo della Nascita di Gesù, Luce del Mondo.

Tipologie di ghirlande

Ognuno può decorare la ghirlanda natalizia secondo i propri gusti: con cannella e frutta secca, con fiori di campo, inframmezzata da addobbi natalizi come palline e pupazzi. Le ghirlande natalizie stanno benissimo appese all’uscio di casa oppure sul caminetto. Sono i tipici decori che riescono a creare subito la magica atmosfera natalizia in un ambiente domestico.

Articolo precedenteAddobbi Natale 2020: le ultime tendenze
Articolo successivoNatale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi: il significato del detto popolare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui